Sorrentino colpisce ancora: The Young Pope parte col botto

La serie tv firmata dal regista napoletano fa registrare subito ascolti record

Paolo Sorrentino - Foto www.imagephotoagency.it

Debutto in grande stile per The Young Pope, la serie tv diretta da Paolo Sorrentino con Jude Law, Diane Keaton e Silvio Orlando. I primi due episodi, andati in onda ieri sera su Sky Atlantic HD e Sky Cinema 1 HD, hanno fatto registrare una media di 953mila spettatori, un record per quanto riguarda la pay tv. Il dato, se confrontato con altre serie recenti che hanno riscosso grande successo di pubblico, è impressionante: The Young Pope, ad esempio, stravince il duello a distanza con il primo episodio di Gomorra facendo segnare un netto +45%.

Enorme anche il divario con 1992, la serie dedicata a Tangentopoli: il saldo in questo caso è +42%. Ma non solo: The Young Pope è stata vista da un pubblico tre volte superiore a quello di Trono di Spade e addirittura sei volte superiore a quello di House of Cards.

Nel frattempo Sorrentino, ospite dell'Edicola di Fiorello, ha parlato è tornato a parlare della visita alla Casa Bianca in occasione della speciale serata sulle eccellenze italiane con il presidente degli Stati Uniti Barack Obama: "C'è una processione di persone che stringe la mano a Obama e Michelle e poi si va a cena. Bello, ma una cosa divertente che non farò mai più", le parole del regista premio Oscar che riprendono il titolo di un libro di David Foster Wallace.

22 ottobre 2016
Redazione LoSpettacolo