Il Muro di Berlino, 30 anni dopo un film per la tv

Marco Cortesi e Mara Moschini vogliono adattare il loro spettacolo teatrale per il piccolo schermo

Il Muro - Foto di Pierpaolo Longo /Ass.MOKA -

Il prossimo 9 novembre 2019 saranno passati 30 anni dalla caduta del Muro di Berlino. Una data storica, da ricordare sempre, che è stata incisivamente raccontata a teatro da Die Maure – Il Muro, lo spettacolo ideato ed interpretato da Marco Cortesi e Mara Moschini. Un magnifico esempio di teatro civile d’inchiesta che ora i due autori, dopo quasi duecento repliche, vogliono portare in tv con un progetto ambizioso.
 
Il Muro
 
Il Muro di Berlino si può considerare ancora oggi la morte dell’animo umano. Una barriera invalicabile e letale capace di tenere divisa una città per 28 anni, provocando la morte di centinaia di persone. Una lunga pagina nera tornata a rivivere – la memoria deve essere sempre attuale – in Die Maure – Il Muro, uno spettacolo teatrale che, attraverso sei indimenticabili storie vere di determinazione e coraggio, vuole essere un inno alla vita e alla libertà. La celebrazione di quello spirito che portò migliaia di persone a scavalcare un confine ingiusto e ignobile costruito da un’umanità violenta e dittatoriale. Perché il diritto più grande di tutti è quello di essere liberi.
 
Nato da un’inchiesta
 
Die Maure – Il Muro è nato da reali testimonianze e da un’inchiesta giornalistica sul campo. Nello stile del teatro di narrazione, sono state portate in scena le vere storie di chi tentò di scavalcare un ostacolo invalicabile e di chi alla fine riuscì a farlo cadere. Per questo progetto sono stati intervistati oltre 50 testimoni, come spiegano Marco Cortesi e Mara Moschini, menti e volti di questo lavoro:
 
Ascolterete sei storie vere raccolte dalla bocca stessa di chi le ha vissute: la storia di chi pagò con la vita, di chi tentò l’impossibile, di chi non si arrese mai e di chi alla fine riuscì a cambiare il Mondo. Persone come noi e voi, che di fronte alla domanda ‘Warum – perché l’hai fatto?’, ci hanno dato la risposta più assurda che mai ci saremmo aspettati: per un sogno”.
 
Dal teatro alla Tv
 
Dopo aver emozionato migliaia di persone attraverso oltre 180 repliche (in neanche un anno dal debutto), ora gli autori di Die Maure – Il Muro vogliono arrivare ad un pubblico più vasto adattando lo spettacolo per il piccolo schermo: “la sfida è quella di operare una trasposizione televisiva di questo memorabile evento. L'obiettivo è ambizioso, ne siamo consapevoli ma fiduciosi di realizzarlo grazie al crowdfunding su Produzioni dal Basso” continuano Marco Cortesi e Mara Moschini. Il progetto Die Maure – Il Muro è patrocinato dal prestigioso Progetto Europeo ATRIUM del Consiglio d’Europa che si propone di valorizzare il “patrimonio storico” del continente Europa. A dirigere il film tv sarà Riccardo Salvetti, supportato dal direttore della fotografia Massimo Gardini.
 
La campagna crowdfunding
 
Per realizzare Il Muro, MC Teatro Civile e Horizon Srl tornano sulla piattaforma di crowdfunding Produzioni dal Basso dopo il successo della campagna per il film Rwanda (in 120 giorni ha ottenuto quasi 30mila euro di raccolta fondi online-superando il traguardo di 20mila euro grazie al supporto di oltre 660 sostenitori da tutta Italia). Questa nuova raccolta punta a raggiungere 50mila euro entro la fine di luglio. Ne vale la pena, perché, al di là della ricorrenza del trentennale, queste storie devono essere sempre presenti nella nostra memoria. 
 
7 maggio 2019
Giacomo Aricò