Michael Jackson, la serie tv sugli ultimi giorni prodotta da J.J.Abrahms

Il regista lavorerà con Tavis Smiley, autore di "Before you judge me"

Michael Jackson in "This is it" - movie.photoengine

Se da oggi sarà finalmente disponibile "Before you judge me: the triumph and tragedy of Michael Jackson's last days", il libro di Tavis Smiley sugli ultimi giorni di vita della voce di "Thriller", i milioni di fan del Re del Pop saranno felici di sapere che l'opera sarà presto anche una serie tv. Di qualità, quasi certamente, perché a curare la produzione sarà niente di meno che J.J. Abrams con la sua Bad Robot insieme allo stesso Smiley e alla Warner Bros: un progetto che, se non dovessero esserci intoppi, dovrebbe vedere la luce nel 2017. La serie, se ispirata fedelmente al libro, dovrebbe trattare gli ultimi mesi di vita della popstar, con un'analisi tra alti e bassi della sua vita, considerando soprattutto la costante ricerca di privacy praticamente impossibile da trovare a causa della grande fama.

Difficile sapere se saranno presenti - e nel caso come saranno trattati - gli aspetti scandalistici legati a Michael Jackson. E' infatti di oggi la conferma dell'enorme collezione di materiale pedopornografico, ma anche sadomasochismo e torture di animali, ritrovato nella perquisizione del novembre 2003 a casa dell'artista. verbali della polizia di Neverland il cui contenuto è stato reso pubblico quest'oggi dalla testata scandalistica RadarOnline.  

"Quei documenti dimostravano che Jackson era un predatore sessuale - avrebbe dichiarato uno degli investigatori su Radar Online -, dipendente dalle droghe e manipolatore che utilizzava immagini cruente con uccisioni di animali e di natura sessuale esplicita, ma anche con perversioni fra adulti per piegare i bambini ai propri desideri. Era anche in possesso di immagini disgustose e scioccanti di torture inflitte a bambini, foto di minori e adulti nudi, immagini bondage e sadomaso". Nonostante le prove schiaccianti e il rischio di una condanna fino a 20 anni di carcere, Michael Jackson fu tuttavia scagionato da ogni accusa.

21 giugno 2016
Redazione LoSpettacolo