Catch-22, la serie antimilitarista di George Clooney

Dall'omonimo romanzo antimilitarista di Joseph Heller una nuova serie in sei episodi

George Clooney in Catch-22 - Ufficio Stampa Sky

Dal 21 maggio su Sky Atlantic e su Sky Cinema Uno arriva in prima visione assoluta Catch-22, la serie – in sei episodi – diretta, prodotta e interpretata da George Clooney ambientata al tempo della Seconda Guerra Mondiale in Italia, e girata quasi interamente nel nostro paese, tra Sardegna e Lazio. 
 
Dal romanzo di Joseph Heller
 
Catch-22 è tratta dall’omonimo romanzo antimilitarista di Joseph Heller (1961), uno dei classici della letteratura americana del XX secolo e vero e proprio romanzo di formazione per intere generazioni. Una storia senza tempo, che mette in evidenza il grido d’angoscia contro un mondo impazzito, in una tragica e straziante commedia, il cui cinismo arriva a essere perfino commovente.
 
La trama
 
Ambientata nell’Italia degli anni ‘40, al centro della serie c’è la follia incredibile, a tratti esilarante, della macchina burocratica, tra gli orrori della guerra. Lo spettatore seguirà le vicende del capitano John Yossarian (interpretato da Christopher Abbott), un bombardiere della USA Air Force che, per evitare la guerra, aveva scelto di arruolarsi in aviazione sperando che il secondo conflitto mondiale sarebbe durato meno del suo addestramento. YoYo, come lo chiamano gli amici, è un anti-eroe ribelle e iconico, che si sforza di mantenere il suo equilibrio mentale, lottando contro il sistema militare. Il suo disagio interiore va oltre la vita nel campo di addestramento sotto l’ambizioso e sadico Tenente Scheisskopf (George Clooney), e poi sul fronte italiano ai comandi del Colonnello Cathcart (Kyle Chandler) e del Maggiore de Coverley (Hugh Laurie). La sua battaglia, in realtà, non è contro i nemici, né contro l’esercito, né contro la guerra: YoYo combatte il sistema, l’irrazionale ginepraio di una macchina paradossale e corrotta.  
 
C’è anche Giancarlo Giannini
 
Nel cast anche Hugh Laurie, nel ruolo del Maggiore de Coverley, a capo della squadra di stanza nella base di Pianosa; Kyle Chandler è il Colonnello Cathcart, colui che esaspera Yossarian continuando ad aumentare il numero di missioni e rinviando così il suo agognato congedo. Tra i pochi personaggi italiani c’è Marcello, interpretato da Giancarlo Giannini, proprietario di un bordello di Roma: un uomo vissuto, un tempo bellissimo e ancora oggi affascinante. Pacifista con idee rivoluzionarie, Marcello entrerà spesso in conflitto con i giovani soldati americani.
 
Tre registi
 
La serie, che è stata adattata per il piccolo schermo dagli sceneggiatori Luke Davies, e David Michôd, rappresenta molto più di una storia di guerra. Quello narrato è infatti un racconto che mostra quanto può essere difficile combattere quando l’unico pensiero è sopravvivere. Dietro la macchina da presa tre registi: George Clooney (episodi 2 e 4), Grant Heslov (episodi 1 e 3) e Ellen Kuras (episodi 5 e 6). 
 
13 maggio 2019
Giacomo Aricò