Maria Teresa Ruta e Guenda Goria insieme in Sinceramente Bugiardi

Dal 19 giugno al 6 luglio al Teatro Litta di Milano la brillante commedia di Alan Ayckbourn

Maria Teresa Ruta e Guenda Goria - Photo Credit. Federica Frigo -

Dal 19 giugno al 6 luglio 2019, al Teatro Litta di Milano (Corso Magenta, 24), torna per la seconda stagione consecutiva Sinceramente Bugiardi, la brillante commedia inglese scritta da Alan Ayckbourn qui diretta da Pietro De Pascalis. Protagonista un cast composto da Maria Teresa Ruta, Guenda Goria, Gaetano Callegaro e Francesco Errico.
 
Sinceramente Bugiardi
 
Lo spettacolo Sinceramente Bugiardi racconta le vicende parallele di due coppie, che finiranno per intrecciarsi, intessute con il tipico gusto anglosassone dell'equivoco, tutto giocato sul filo della conversazione. La relazione matrimoniale, disincantata e vissuta, tra due dei protagonisti, Sheila e Philip, costituisce lo specchio e il contraltare di quella che unisce gli altri due personaggi, Greg e Ginny, giovani fidanzati alle prese con le scaramucce di un rapporto ancora acerbo.
 
Scappatelle e colpi di scena
 
La commedia si apre nell’appartamento della giovane coppia con una telefonata misteriosa, delle pantofole sconosciute, un indirizzo sospetto scritto a penna su un pacchetto di sigarette, e una strampalata proposta di matrimonio, per poi spostarsi in una villa fuori città dove si svolgerà gran parte della pièce in cui tutti gli elementi compongono un quadro in cui si sviluppano piccole storie di scappatelle extraconiugali, colpi di scena che provocano situazioni esilaranti in cui bugie, scambi di persona compongono i classici sotterfugi costruiti per far scattare la molla della comicità.
 
La scrittura di Alan Ayckbourn
 
Dietro la leggerezza della commedia fa capolino un fondo d'inquietudine che tinge la psicologia dei personaggi. Il teatro di Alan Ayckbourn si caratterizza per lo humor graffiante, agile, intelligente, in una parola: moderno. Ma in Ayckbourn non manca anche una lucida e acuta analisi dei personaggi; i protagonisti sono quasi sempre marito e moglie ed è proprio attraverso quei coniugi che si sentono intrappolati nell’istituzione matrimoniale, che Ayckbourn mette in scena il malessere sociale della media borghesia inglese. Accade così anche in Sinceramente Bugiardi, uno dei suoi più noti e acclamati successi, dove una trama di facile presa, incastri perfetti e ritmo frenetico regalano un paio d’ore di umorismo coinvolgente.
 
5 giugno 2019
Redazione