Si Nota All'Imbrunire, Silvio Orlando arriva a Roma

Al Teatro Argentina va in scena il nuovo spettacolo ideato e diretto da Lucia Calamaro

Si Nota All'Imbrunire - Foto di Maria Laura Antonelli AGF -

Si Nota All'Imbrunire è il titolo dell'ultima creazione firmata dalla drammaturga e regista Lucia Calamaro. Uno spettacolo - in scena al Teatro Argentina di Roma dal 14 al 19 maggio - incentrato sul tema della solitudine sociale. Protagonista sarà Silvio Orlando, affiancato sul palcoscenico da Riccardo Goretti, Roberto Nobile, Alice Redini e Maria Laura Rondanini.

Non mi alzo più

Si Nota All'Imbrunire racconta di Silvio (Silvio Orlando), un uomo rimasto vedovo da dieci anni, negli ultimi tre si è isolato dal mondo. E nella solitudine, ha acquisito un crescente numero di manie. La più grave? Non vuole più camminare. E nemmeno alzarsi, vuole stare seduto il più possibile. Da solo. La messa per ricordare sua moglie diventa così per lui l'occasione di rivedere i figli. Questi ultimi, vedendo come si è ridotto, capiscono di aver trascurato troppo a lungo la sua situazione. Cosa fare per smuoverlo?

Desideri e realtà

Stare seduti è la metafora di uno stato mentale: quella di un uomo che vive accanto all’esistenza e non più dentro la realtà. La riunione familiare diventa l'occasione non solo per commemorare ma anche per confrontarsi, tra empatie e rancori e rese dei conti. Vittima del suo isolamento, nella testa di Silvio si sviluppa una certa confusione tra desideri e realtà. E senza che nessuno lo smentisca nel quotidiano, la vita può essere esattamente come uno decide che sia. 

Solitudine Sociale

Si Nota All'Imbrunire è uno spettacolo che trova le sue radici in una piaga, una maledizione, una patologia specifica del nostro tempo, la solitudine sociale. Un nome assegnato dalla Socio-Psicologia che ha messo in luce i rischi di questa situazione attraverso due studi presentati al 125° incontro annuale dell’American Psychological Association (APA). Tali ricerche hanno evidenziato che essere isolati dalla società è un male oscuro e insidioso. Un problema serio che sta crescendo a dismisura, anche tra i giovani. C'è un concreto rischio di epidemia  di solitudine. Per contenerla, la Francia ha già creato la “la giornata della Solitudine” e l’Inghilterra ha istituito, addirittura, un ministero della solitudine. 

Il bisogno di contatto

Quello che vuole trasmettere Si Nota All'Imbrunire è un messaggio molto chiaro, come evidenziato dall'autrice e regista Lucia Calamaro:

"Tutti noi, in quanto esseri umani, abbiamo bisogno del contatto con gli altri, un bisogno che ci permette di sopravvivere. La preoccupazione insorge ancora di più se si pensa che questo tipo di “solitudine estrema”. Spero che gli spettatori, grazie ad un potenziale smottamento dell’animo, magari la sera stessa all’ uscita, o magari l’indomani, chiameranno di nuovo quel padre, quella madre, quel fratello, lontano parente o amico oramai isolatosi e lo andranno a trovare, per farlo uscire di casa. O per fargli solamente un po’ di compagnia".

 
8 maggio 2019
Giacomo Aricò