Sguardi Altrove Film Festival torna a Milano

Dal 13 al 21 giugno il Teatro Franco Parenti ospiterà la rassegna dedicata al cinema al femminile

Jawline in anteprima a Sguardi Altrove Film Festival -

Dal 13 al 21 giugno al Teatro Franco Parenti di Milano si terrà la 26esima edizione di Sguardi Altrove Film Festival, la rassegna internazionale dedicata al cinema e ai linguaggi artistici al femminile. Oltre al Teatro (Sala A, Sala Café Rouge e Bagni Misteriosi), altre sedi del Festival - quest’anno intitolato Bellezza e Coraggio: Plurale Femminile Contemporaneo -saranno Il Cinemino, Wanted Clan e Après-Coup. 
 
Le sezioni
 
Cuore di Sguardi Altrove Film Festival sono le due sezioni competitive: Nuovi Sguardi, concorso internazionale a regia femminile dedicato a lungometraggi di finzione e documentari, che competono per il premio Cinema Donna 2019 – confermati i giurati: l’attrice Silvia Cohen, la giornalista Paola Jacobbi e il regista Marco Pozzi - e Sguardi (S)confinati, concorso internazionale di cortometraggi, sempre a regia femminile, che concorrono per il premio Talent Under 35.
 
I film più attesi
 
Tra i lungometraggi più attesi, l’anteprima europea di Jawline (foto copertina), opera prima della regista americana Lisa Mandelup che per questo film è stata premiata al Sundance 2019 con lo US Documentary Special Jury Award for Emerging FilmMaker: il documentario segue il sedicenne Austyn Tester, stella nascente dei social media, in fuga da un’esistenza senza via d’uscita nel rurale Tennessee. Tra le anteprime italiane: Bad Bad Winter, primo lungometraggio della regista kazaka Olga Korotko presentato all’ACID Cannes 2018, che racconta una rimpatriata tra la figlia di un ricco uomo d’affari di Astana e i suoi compagni di classe destinata a prendere una piega inaspettata, e Las Ninas Bien della regista messicana Alejandra Marquez Abella, adattamento dell’omonimo libro di Guadalupe Loaeza sulle vicende di un gruppo di donne appartenenti alla borghesia messicana degli anni ’80. 
 
#FrameItalia e omaggio ad Agnès Varda
 
Ad arricchire il programma la sezione non competitiva #FrameItalia, dedicata a lungometraggi, documentari e cortometraggi italiani, aperta anche alla regia maschile, che propone un’ampia visione su temi diversi, in particolare su quelli al centro della cronaca sociale internazionale. Da segnalare l’Omaggio a Agnès Varda a pochi mesi dalla sua scomparsa, a cura di Patrizia Rappazzo e Floriana Chailly: prima donna a ricevere l’Oscar alla carriera, la regista sarà ricordata attraverso la proiezione di alcuni dei suoi film più significativi.
 
30 maggio 2019
Giacomo Aricò