"Otello" di Verdi è il fiore all'occhiello del 52° Macerata Opera Festival

Lo spettacolo di Paco Azorin inaugura la stagione lirica il 22 luglio 2016

Stuart Neill e Jessica Nuccio in "Otello" -

Torna nel segno di innovazione e sperimentazione la stagione lirica allo Sferisterio di Macerata. In un'edizione, la 52esima, che si intitola "Mediterraneo" per promuovere l'integrazione culturale tra i popoli del bacino. Il sipario si alzerà nell'arena marchigiana il 22 luglio 2016 con "Otello" di Verdi, coprodotto dal Festival Castell De Peralada di Girona per la regia dello spagnolo Paco Azorin, vincitore del Premo Campoamor per la migliore produzione lirica del 2015. Tra i protagonisti l'americano Stuart Neill al suo debutto maceratese, dirige l'orchestra il maestro Riccardo Frizza di ritorno dal Metropolitan di New York.
"
Dopo la prima, si replica il 30 luglio e il 5 e 13 agosto. Il cartellone prevede inoltre la "Norma" di Bellini (23 e 29 luglio, 7 agosto), nata in collaborazione con il Teatro Massimo di Palermo per la regia di Luigi De Gangi e Ugo Giacomazzi. Il 31 luglio e il 6 e 12 agosto torna invece sul palco "Il Trovatore" nell'apprezzata versione 2013 del regista Francisco Negrin.

Non solo lirica: lo Sferisterio di Macerata presterà la sua location suggestiva e l'acustica perfetta anche agli eventi collaterali del Festival Off, che il 24 luglio ospiterà gli scatenati ritmi balcanici di Goran Bregovic. Attesissima inoltre il 14 agosto la tappa del "The 12th Room Tour" del pianista star Ezio Bosso.

15 luglio 2016
Redazione LoSpettacolo