Sguardi Altrove Film Festival omaggia Agnès Varda

Il Festival celebrerà la compianta regista nel corso della nuova edizione dal 14 al 21 giugno

Agnes Varda Photo Credit JL Gautreau 2008 Cine Tamaris -

Dal 14 al 21 giugno al Teatro Franco Parenti di Milano ci sarà l’edizione numero 26 di Sguardi Altrove Film Festival, la rassegna internazionale dedicata al cinema e ai linguaggi artistici al femminile che quest’anno dedicherà un omaggio alla compianta regista Agnès Varda, la prima donna in assoluto a ricevere l’Oscar alla Carriera.
 
Agnès Varda
 
La nuova edizione di Sguardi Altrove Film Festival sarà intitolata Bellezza e coraggio: plurale femminile contemporaneo e, come gli scorsi anni, continuerà a proporre riflessioni sulle questioni legate al mondo femminile attraverso il dialogo interculturale e il confronto critico con cinematografie “altre”. Protagoniste di quest’anno sono quelle donne determinate che, grazie al loro coraggio, contribuiscono a modificare il percorso della storia, offrendo sguardi, letture e soluzioni alternative al pensiero dominante. Tra queste c’è sicuramente Agnès Varda che, a pochi mesi dalla sua scomparsa, verrà ricordata attraverso la proiezione di alcuni dei suoi film più significativi e con la presentazione del libro Agnès Varda. Cinema Senza Tetto Né Legge di Nicola Falcinella.
 
Focus e novità
 
Oltre all’omaggio ad Agnès Varda, il 26° Sguardi Altrove Film Festival presenterà due focus: Le Pioniere del Cinema Europeo, sulle prime registe della storia del cinema italiano e europeo, e Donne e Tecnologie. Donne in Codice (a cura di Sabina Berra) che prevede proiezioni, incontri, talk dedicati ed un workshop sulla realtà aumentata. A completare l’offerta cinematografica sarà infine la Finestra sul Cinema Ungherese (in collaborazione con il Consolato di Ungheria in Italia). Ad arricchire la nuova edizione ci penserà Marta Stella che presenterà FUTURA - Ascolti, voci e visioni: nuovi modi per raccontare lo sguardo altrove, un podcast realizzato con le interviste alle principali protagoniste del festival.
 
Spettacoli, laboratori, letture
 
Tra gli altri appuntamenti del Festival ricordiamo anche Ricchi di cosa, poveri di cosa? – Tappa 2: Senegal, lo spettacolo sulle migrazioni di Livia Grossi, seconda tappa del viaggio inchiesta iniziato in Burkina Faso e prodotto dal Teatro Franco Parenti; un laboratorio di scultura/art counseling sul tema del femminile a cura di Anna Maria Miglietta; e la lettura scenica su Artemisia Gentileschi a cura di Federica Santambrogio con Annina Pedrini. 
6 maggio 2019
Giacomo Aricò