Vasco Rossi a Modena: biglietti già sul secondary market

Doccia gelata per i fan: i tagliandi vicino al palco rivenduti a 300 euro

"Live Kom 015", Vasco Rossi durante il concerto di Bari - Stopframe YouTube

Doccia gelata per i fan di Vasco Rossi, alla frenetica ricerca di un biglietto per il concerto in programma a Modena il prossimo 1 luglio, un evento organizzato dal Blasco per festeggiare i suoi quarant'anni di carriera. Nonostante i buoni propositi del rocker di Zocca e del suo staff, la prevendita è iniziata con il piede sbagliato. A circa mezz'ora dall'apertura delle vendite, una piattaforma di secondary ticketing proponeva già a prezzi esorbitanti i tagliandi per il concerto. I casi più clamorosi, in particolare, riguardavano i posti più vicini al palco, quelli solitamente più ambiti, rivenduti anche a 300 euro ciascuno.

Nel frattempo i fan hanno sfogato tutta la loro rabbia sui social, non solo per il deplorevole fenomeno del bagarinaggio on line, ma anche per la lentezza del sito ufficiale che vendeva i biglietti: le liste d'attesa virtuali, a detta dei tanti che hanno lasciato i post sulla pagina Facebook di Vivaticket, arrivavano anche a toccare i quaranta minuti passati i quali, tuttavia, non sempre era possibile procedere all'acquisto. Nel frattempo, sempre sui canali social, Vivaticet ha emanato una nota contro il bagarinaggio on line: "Evitate l'acquisto sui siti di secondary ticketing - si legge -. Quei biglietti non consentiranno l'accesso all'evento. L'unico canale che vi garantisce biglietti validi è vivaticket. Grazie alla tracciabilità, infatti, i biglietti in vendita su questi canali potrebbero essere stati già invalidati e non permettere l'accesso".

24 gennaio 2017
Redazione LoSpettacolo