Sia, il concerto è "poco brillante": i fan le fanno causa

A Tel Aviv alcuni spettatori si sono infuriati con la cantante: rivogliono i soldi del biglietto

La cantante Sia. Foto Facebook -

A volte può bastare una performance sottotono per scatenare le ire del proprio pubblico. E' quanto successo a Sia che, dopo un concerto a Yaron Park - nella metropoli israeliana di Tel Aviv - è stata sommersa di critiche dai fan: "poco brillante" è stato il commento più carino che le è piovuto addosso. Tanto che alcuni spettatori si sono organizzati e hanno addirittura intentato contro la cantante australiana, 31 anni il prossimo dicembre, una vera e propria class action, chiedendo indietro i soldi del biglietto (circa 80 euro a tagliando)

"Si parla solo degli spettatori insoddisfatti - risponde alle critiche il tour manager,  Ilan Elkayam -. Abbiamo ricevuto centinaia di commenti da fan soddisfatti che hanno apprezzato a pieno la performance e la produzione. Inoltre, va specificato che, per quanto ne sappiamo, il reclamo non è stato rivolto alla persona di Sia". Non sono dello stesso avviso alcuni spettatori che, tra i motivi della richiesta del risarcimento, annoverano anche la scarsa interazione della cantante col pubblico: pare infatti che, cantando dietro una tenda in controluce, non abbia mai neppure salutato la folla.

19 agosto 2016
Redazione LoSpettacolo