Salvato dalla musica del Boss: 13enne disabile incontra Bruce Springsteen

Adam Brooker è stato invitato dietro le quinte in occasione di un concerto a Brisbane

Bruce Springsteen con Adam Broker - Foto Twitter

Qualche anno fa la vita di Adam Broker era cambiata all'improvviso e nel modo più inaspettato: mentre viaggiava in macchina seduto al fianco di sua madre, il ragazzo aveva ascoltato per la prima volta in vita sua una canzone di Bruce Springsteen e aveva iniziato a muoversi, seguendo il ritmo e sbloccandosi cambiando completamente espressione. Adam, che non essendo in grado di comunicare aveva persino smesso di andare a scuola, aveva chiesto così alla mamma di comprargli tutta la discografia del Boss e, proprio attraverso le sue canzoni, aveva imparato a leggere e scrivere.

La sua storia, amplificata dai social, è giunta fino alle orecchie di Springsteen che ha pensato bene di fare un grande regalo al 13enne ragazzino disabile, invitandolo dietro le quinte durante un concerto a Brisbane, in Australia. Adam si è presentato all'appuntamento con il suo idolo con una t-shirt di "Born in the Usa" ricevendo in cambio, oltre a un caloroso abbraccio e a un selfie che sta spopolando, i plettri del Boss, un set di bacchette per la batteria e la copia autografata di "Born to Run". L'account twitter che segue la storia del ragazzo lo descrive talmente felice dell'incontro da "non riuscire a smettere di ridere".

19 febbraio 2017
Redazione LoSpettacolo