"Purpose Tour", Argentina vietata per Justin Bieber

Il cantante costretto a rinunciare al Sudamerica per questioni legali

Justin Bieber, nuovo look rasato - Foto Instagram

La questione risale all'anno scorso, quando l'Argentina emanò un mandato di cattura nei confronti di Justin Bieber, reo di aver disertato un'udienza in tribunale per una storia di aggressione che lo vedeva coinvolto. Da allora il cantante canadese non può più mettere piede in uno dei suoi posti preferiti, tanto che il "Purpose Tour" non farà alcuna tappa nella terra del tango e di Maradona. A confermarlo è la stessa voce di "Sorry" che, attraverso alcuni post su Twitter, esprime tutto il proprio dispiacere per le mancate tappe nel paese del Sudamerica.

 


"Ai Belibers argentini - scrive Justin su Twitter - dico che mi farebbe davvero piacere portare il mio tour in da voi, ma fino a quando le condizioni legali non cambieranno non posso farlo. L'Argentina è un posto che amo, è uno dei posti che mi piace di più per i miei concerti. Ma i miei avvocati mi hanno sconsigliato di venire. Se le cose dovessero cambiare mi farebbe davvero piacere venire, ma in questo momento non posso. Per tutti gli altri in Sudamerica, non vedo l'ora di vedervi". Sempre che il buon Justin, che da un po' di tempo sembra aver finalmente messo la testa a posto non ne combini un'altra delle sue.

17 maggio 2016
Redazione LoSpettacolo