E' morto Fausto Mesolella, storico chitarrista della Piccola Orchestra Avion Travel

Il musicista campano si è spento a 64 anni stroncato da un infarto nella sua abitazione

Fausto Mesolella - Stopframe Youtube

Il mondo della musica piange la scomparsa di Fausto Mesolella: lo storico chitarrista della Piccola Orchestra Avion Travel si è spento all'età di 64 anni stroncato da un infarto mentre si trovava nella sua abitazione di Macerata Campania. Al momento del malore il musicista era in compagnia della moglie che ha immediatamente chiamato i soccorsi: ma purtroppo per Mesolella, che era stato già colpito da un infarto anche qualche anno fa, non c'è stato niente da fare.

Il primo ad annunciare la triste notizia, poi confermata da fonti vicino alla famiglia, è stato Red Ronnie con un post su Twitter: "Sono allucinato. Com'è possibile? Ci incontreremo sicuramente nell'altra dimensione", il suo post cui ne sono seguiti tantissimi altri appena la notizia della scomparsa di Mesolella ha iniziato a circolare.

Nato a Caserta nel 1953, Mesolella è stato uno dei più importanti chitarristi degli ultimi trent'anni. La sua popolarità cresce quando, nel 1986, entra a far parte della Piccola Orchestra Avion Travel con cui nel 2000 vince il Festival di Sanremo con la canzone Sentimento. Vincitore di svariati premi, nel corso della sua straordinaria carriera ha collaborato con artisti del calibro di Andrea Bocelli, Bono degli U2, Gianna Nannini, Nada e Samuele Bersani. Nel 2012 era uscito il suo primo album da chitarrista solista, intitolato "Suonerò Fino a Farti Fiorire".   

31 marzo 2017
Redazione LoSpettacolo