Justin Bieber fischiato e lui se ne va

A Manchester la popstar abbandona il palco dopo essere stato attaccato dai fan

Justin Bieber - Foto Instagram

Domenica da dimenticare per Justin Bieber che ha dovuto fare i conti coi fischi dei sostenitori durante la tappa di Manchester, in Gran Bretagna, del suo "Purpose World Tour". La popstar canadese si è infuriato perchè i fan urlavano e fischiavano mentre stava facendo un discorso tra una canzone e l'altra e così lui, stizzito, ha scagliato il microfono e ha abbandonato il palco della Manchester Arena.

I paganti presenti in sala si sono stancati subito di sentirlo nocciolare un generico ed infinito discorso e così hanno iniziato a fischiare: Bieber, stizzito, se n'è letteralmente andato. "Manchester non sa gestire la conversazione, quindi non parlerò", ha detto il 22enne canadese. A fine concerto ha poi detto in maniera più lucida: "Il motivo per cui prima ci sono rimasto male è perché ho attraversato il mondo per essere qui, dedico la mia vita ad esibirmi, per portare sorrisi alle persone. Sento che la gente semplicemente non mi dà lo stesso rispetto e un po' mi fa male".

Bieber, che tra una canzone e l'altra vorrebbe instaurare un contatto col pubblico, già a Birmingham era stato costretto a chiedere alle agitate ammiratrici di non esagerare perché altrimenti non sarebbe riuscito a parlare.

24 ottobre 2016
Redazione LoSpettacolo