Eros Ramazzotti rinvia il tour per un intervento alle corde vocali

Il tour che festeggia i suoi 35 anni di carriera si ferma per un intervento alle corde vocali

Eros Ramazzotti - Foto Ufficio Stampa Goigest

Eros Ramazzotti oggi ha annunciato che, a seguito di un intervento alle corde vocali, tutti i suoi concerti del Vita Ce N'è Tour in Nord, Centro e Sud America, previsti nei prossimi due mesi, sono stati rinviati a data futura, nel 2020. Confermate invece tutte le serate in Europa, a partire dall'11 luglio a Locarno.

Le parole di Eros Ramazzotti

Lo stesso cantante, che con il Vita Ce N'è Tour festeggia 35 anni di carriera, ha dichiarato:

Alla fine della prima fase del tour ho dovuto necessariamente fermarmi per farmi operare alle corde vocali per un problema di ispessimento e per ritornare ancora più forte di prima. Ora dovrò stare fermo e riabilitarmi per due mesi. Mi dispiace per i miei fan sparsi in Nord, Centro e Sudamerica. Recupererò tutto l’anno prossimo ma in Europa riprenderò regolarmente l’11 luglio a Locarno per due mesi di festival musicali. Grazie a voi per l’affetto di sempre”.

Intanto il Vita Ce N'è Tour ha registrato tutti sold out in Europa, dalle prime tappe in Germania e Lussemburgo, passando poi in Italia per le anteprime a Torino, Milano e Roma, agli appuntamenti in Francia, Spagna, Svizzera, Belgio, Olanda, Inghilterra, Germania e Austria. In tutto sono già stati venduti 550 mila biglietti.

Siamo, dal 10 maggio in radio

Intanto tutti i fan di Eros Ramazzotti da venerdì 10 maggio potranno ascoltare in radio il nuovo singolo Siamo, quarto estratto dall’album Vita Ce N’è, uscito per Polydor in 100 paesi del mondo e disco di platino in Italia. Il brano porta la firma di Ramazzotti e Cheope per il testo e di Federica Abbate e Dario Faini per la musica. La canzone racconta dell'importanza e della certezza di essere in due, esseri umani che si capiscono e si amano, consapevoli del valore creato come coppia. Quell’ “io e te” che “siamo sassi lanciati contro il cielo che bucano la notte e arrivano alle stelle, anime gemelle”, con la voglia e la speranza per un meglio che “deve ancora venire”. 

8 maggio 2019
Giacomo Aricò