Cristina D'Avena duetta coi Big

'Le sigle dei cartoni non sono solo canzoncine'

Cristina D'Avena. Foto Facebook -

Parte integrante dell'infanzia di buona parte degli italiani, Cristina D'Avena è stata spesso criticata per aver basato la sua carriera su delle "canzoncine". In molti le hanno chiesto se non ambisse a fare qualcosa di più... allora lei ha invitato i Big della musica a cantare con lei.

Forse è vero che per tanto tempo sono stata quella etichettata come quella che canta le 'canzoncine' per bambini. Mi sono sempre chiesta perché non sono stata definita una cantante che canta canzoni. Per me hanno scritto autori importanti. Le sigle sono canzoni come altre, è musica. Una volta ci soffrivo per come ero trattata, ora l'approccio è diverso. Sono persino stata a Sanremo a cantare le mie canzoni, con il pubblico che cantava le sigle

Ed è così che è nato Duets: una raccolta di 16 brani con cui Cristina duetta insieme ad altrettanti artisti, da Loredana Bertè a Emma, passando per Elio, Annalisa, Francesca Michielin e J-Ax.

Questo è un progetto che sembrava molto semplice ma in realtà non lo è stato. Le sigle hanno una loro storia, un percorso importante e abbracciano almeno tre generazioni. Canzoni come 'Doraemon' e 'Siamo fatti così' sono di fatto canzoni di oggi, ancora in onda e conosciute dai bimbi di oggi.

Abbiamo cercato di inserire brani storici, purtroppo sacrificandone tanti altri. Poi coinvolgendo gli artisti ognuno ha voluto dire la propria, chiedendo una loro canzone del cuore. Tutti hanno messo da parte il loro personaggio e si sono messi il vestito della loro infanzia, dando alle canzoni quel valore aggiunto che desideravo.

Nonostante tutto ci sono stati dei grandi assenti, che Cristina spera di poter coinvolgere in un ipotetico Duets 2:

Per esempio Jovanotti, che adoro e sono convinta che ci sia qualcosa che ci accomuna - dice lei -. Anche Marco Mengoni, per il quale ho in mente una canzone perfetta e che ho incontrato a progetto ormai chiuso. E poi Laura Pausini che era impegnata, e anche il Volo. Quello che vorrei dimostrare è che la mia musica la possono cantare tutti. Per i tre tenori sarebbe stata perfetta “Un incantesimo dischiuso alle porte del tempo

10 novembre 2017
Pietro Sala