Bufera secondary ticketing: Vasco Rossi rompe con Live Nation

Lo annuncia Giamaica management, società che si occupa dei contratti del Blasco

Vasco Rossi - Foto www.imagephotoagency.it

Giamaica management, la società che si occupa dei contratti di Vasco Rossi, ha annunciato pubblicamente di avere sospeso i rapporti commerciali con Live Nation: è quanto si apprende da un post firmato dalla stessa società e pubblicato sulla pagina Facebook del rocker di Zocca. La decisione fa seguito alla bufera scoppiata per il cosiddetto secondary ticketing, ovvero la proliferazione di un mercato di biglietti parallelo a quello autorizzato.

"Dopo aver appreso dal servizio televisivo de Le Iene di un possibile coinvolgimento di Live Nation nella rivendita "secondaria" di biglietti per i concerti in Italia - si legge sulla pagina Facebook ufficiale di Vasco Rossi - Giamaica management comunica di avere attualmente sospeso ogni rapporto commerciale con Live Nation e si riserva di agire per vie legali essendo totalmente estranea a quanto emerso dal servizio giornalistico. Giamaica - prosegue la nota - ritiene che l'attività di secondary ticketing, altamente speculativa, è da tempo riconosciuta come dannosa non solo per il pubblico ma anche per gli artisti che a loro insaputa e loro malgrado si ritrovano per errore coinvolti".

9 novembre 2016
Redazione LoSpettacolo