Al Bano torna a casa dopo l'infarto: "Mi sento benissimo"

Il cantante trova un airone ucciso dai cacciatori nella sua tenuta: "Sporgerò denuncia"

Al Bano - Foto www.imagephotoagency.it

Passato lo spavento Al Bano Carrisi torna nella sua casa di Cellino. Il cantante è stato colpito meno di due settimane fa da due infarti durante le prove del concerto di Natale a Roma ma adesso è già pronto a ripartire. In un'intervista rilasciata a TgCom24 l'artista parla delle sue attuali condizioni fisiche: "Tra due giorni farò una visita di controllo, ma mi sento benissimo. I medici però mi hanno imposto il riposo assoluto, riprenderò il 5 gennaio con un tour di 5 date in Germania e poi penserò a preparare Sanremo".

Accanto ad Al Bano c'è sempre la compagna Loredana Lecciso e i due figli Jasmine e Al Bano junior: "Il resto della famiglia è sparso per il mondo - spiega scherzando -. Romina jr in America, Jary è andato a trovare la madre e trascorrerà le feste con lei, Cristel è a Zagabria col marito. Meno male che ho fatto due famiglie, così se una parte almeno l'altra resta".

Il rientro a casa è stato però segnato anche da un episodio di cronaca: il cantante ha intenzione di sporgere denuncia contro ignoti dopo il ritrovamento nella sua tenuta 'La Masseria' di Cellino San Marco di un raro esemplare di airone stellato, forse colpito da alcuni cacciatori durante una battuta di caccia: "Sporgerò denuncia ai carabinieri come atto dovuto per il rispetto totale che ho per la natura. Fino a quando potrò, cercherò  di imporlo. La natura è energia e armonia e gli uccelli hanno il diritto di volare e non di essere abbattuti. Tra l'altro questa specie è un indicatore di zone di acqua pulita. Questo episodio mi ricorda quanto fu difficile ritornare in questa terra. Qui negli anni '70 sembrava di stare in Vietnam, si continuava a sparare ogni giorno, ad ogni ora".

22 dicembre 2016
Redazione LoSpettacolo