Trama:

Adriano, figlio di Camillo Olivetti, a 12 anni inizia a lavorare come apprendista, nella fabbrica del padre, dove si producevano macchine da scrivere. Qui incontra Mauro Barale, che diventerà suo amico e uno dei principali collaboratori. Gli anni passano, Adriano, ormai adulto, inizia a gestire molto bene l'azienda, a volte entrando in conflitto con il padre, per le sue idee troppo rivoluzionarie. Durante la guerra, essendo ebrei e antifascisti, la famiglia Olivetti è in pericolo. Siamo nel 1943 e Adriano una sera riesce a salvare Karen Bates, un capitano italo-statunitense che doveva mettersi in contatto con un gruppo di partigiani. Tuttavia i nazisti, pur non trovando né il capitano né prove della sua presenza, capiscono che è lì e avvertono gli Olivetti che non avranno più i privilegi precedenti. Adriano fugge in Svizzera, mentre la moglie ripara con i figli a Fiesole. L'unico che rimane a Ivrea è il vecchio Camillo, che si sente prossimo alla morte. Lì comincia a lavorare al progetto della comunità che consiste nel costruire una fabbrica che collabori strettamente con il territorio e i suoi abitanti. Quando la guerra finisce Adriano Olivetti riprende le redini dell'azienda e prosegue la modernizzazione della fabbrica dal punto di vista architettonico e sociale riprendendo in mano le carte del progetto. I primi a goderne i benefici sono gli operai stessi che, nonostante le loro ristrette possibilità, grazie ad Adriano possono avere a disposizione non solo uno stipendio più alto rispetto alle industrie circostanti ma anche una casa e una scuola per i propri figli. Ciò naturalmente attira le attenzioni degli altri industriali che vedono in lui un pericolo: primo tra tutti vi è Dalmasso, proprietario di diverse fabbriche del gruppo Itala nel Novarese, producenti macchine da scrivere. Nonostante i tentativi di acquisizione dell'azienda e di corruzione di Barale, Olivetti resiste e ciò causa le sue ire. A complicare la situazione si aggiunge l'arrivo di Karen che si mostra come un'amica riconoscente ma in realtà è stata inviata come agente segreto per spiare Adriano e carpire le sue mosse.


Clicca sul nome dell'attore o regista! Vedrai quali sono i suoi film in programmazione.
Regista:

Michele Soavi

Formato:

Film

Genere:

Drammatico

Durata:

200 min.

Paese:

Italia

Anno:

2013

Lingua originale:

Italiano

Titolo originale:

Adriano Olivetti - La forza di un sogno