Il regista difende il cameo di Ed Sheeran in Game of Thrones

Il cantante criticato sui social per la sua apparizione nella serie della HBO

La popstar britannica, Ed Sheeran - Stopframe YouTube

Duro il contraccolpo in seguito all'apparizione di Ed Sheeran nel primo episodio di Game of Thrones, tanto che le critiche contro la sua performance avrebbero spinto il cantante ad abbandonare Twitter.

O forse no...

Sheeran ha spiegato la sua posizione con un post su Instagram:

E' l'ultima volta che mi esprimerò su questo punto. Ho lasciato Twitter perché è sempre stata mia intenzione lasciare Twitter, non ha nulla a che vedere con quello che la gente ha detto sul mio cameo in Game of Thrones: io sono in Game of Thrones e quindi perché dovrei preoccuparmi di quello che dice la gente? E' chiaramente fottutamente fantastico. La tempistica [del mio addio a Twitter coincisa con l'episodio in questione] è stata solo una coincidenza, ma credete pure a quello che volete. Ecco una foto priva di relazione con tutta la questione di me assieme al mio incredibile produttore che ci allontaniamo verso il tramonto.

Indipendentemente da ciò le critiche (molte anche gratuite e non legate all'interpretazione del cantante) ci sono state e Jeremy Podeswa, regista dell'episodio, ha voluto difendere Sheeran:

È stato coinvolto con le migliori intenzioni, ha sempre voluto fare un buon lavoro e cantare bene, tutto qui. Se la gente non avesse saputo chi è Ed non ci avrebbe pensato due volte. Tutte le urla vengono da contesti che sono al di fuori del mondo dello show. All’interno della serie ha fatto uno splendido lavoro e posso quindi dire che fa pienamente parte di questo mondo.

Sheeran intanto è ben lungi dal dire addio al mondo della TV: prossimamente doppierà un personaggio della nuova stagione dei Simpson al centro di un triangolo amoroso che coinvolgerà Lisa

20 luglio 2017
Pietro Sala