Osvaldo: "Finalmente libero, il calcio non mi ha mai capito"

L'ex attaccante di Roma, Inter e Juventus: "La musica mi rende felice"

Osvaldo ai tempi dell'Inter - Foto www.imagephotoagency.it

Non sopportava più quel mondo. E forse, almeno a giudicare dai comportamenti in campo non sempre irreprensibili, non lo ha mai sopportato del tutto. Adesso, dopo aver chiuso con il calcio, Pablo Daniel Osvaldo può finalmente dedicarsi alla sua grande passione: la musica. Senza rimpianti e senza sputare nel piatto dove ha mangiato anche fin troppo bene, ma felice di sentirsi "libero da tutta la m..da che c'è nel calcio. Quel mondo - racconta l'ex attaccante di Roma, Inter e Juventus - non mi ha mai capito e ultimamente non riuscivo più a sopportarlo. Adesso invece sto bene perché mi sto dedicando a ciò che più amo, ovvero la musica".

Frontman dei "Barrio Viejo Rock&Roll", Osvaldo non ha però problemi a parlare del mestiere che per anni gli ha dato fama e soldi. "Il calcio mi ha dato tutto nella vita, è stata una grande passione e mi piace anche parlarne - racconta -. Ho amato giocare a calcio e ho avuto la fortuna di farlo anche con la maglia del Boca Juniors, la squadra del mio cuore, ma negli ultimi anni mi sono reso conto che non ero felice. E' vero, il calcio mi ha fatto guadagnare tanto, ma i soldi non sono tutto nella vita". "Adesso - chiude l'ex bomber italo-argentino - sono sereno. Ogni volta che salgo sul palco mi rendo conto che è quello che voglio veramente. Sto realizzando il mio sogno e sono felice".

22 novembre 2016
Redazione LoSpettacolo