Nessuno vuole suonare per Donald Trump

Lo staff del nuovo presidente è in difficoltà per la cerimonia di insediamento alla Casa Bianca

Donald Trump - Foto www.imagephotoagency.it

Donald Trump è il nuovo presidente degli Stati Uniti e il prossimo 20 gennaio farà il suo ingresso ufficiale alla Casa Bianca. Si annuncia però una cerimonia senza "squilli di tromba" visto che lo staff del tycoon sta riscontrando parecchie difficoltà per trovare artisti disposti a suonare per il nuovo presidente. A rivelarlo è il sito "The Wrap" secondo cui nessuna trattativa sarebbe stata chiusa: gente del calibro di Justin Timberlake e Bruno Mars non è disponibile, pare stiano parlando con Kid Rock, Ted Nugent, Lee Greenwood e Garth Brooks, nomi forti ma che non scaldano il grande pubblico.

Negli scorsi giorni si era parlato della presenza di Elton John ma il diretto interessato, sostenitore di Hillary Clinton in campagna elettorale, ha smentito fermamente. Pare inoltre che Trump sarebbe disposto a pagare qualsiasi cifra per avere artisti molto in voga al momento anche se in passato sono sempre state le star a cantare senza alcun compenso, come accaduto per Beyoncè e Aretha Franklin, che si sono esibite per puro spirito patriottico davanti al loro nuovo presidente. Non si annuncia per nulla facile la vita di Donald Trump alla Casa Bianca.

10 dicembre 2016