Mara Wilson, coming out dopo la strage di Orlando

"Ho capito da grande che ero etero, il mio supporto a tutti"

Mara Wilson - Stopframe YouTube

Orlando, una strage che va oltre le 49 vittime del Pulse. Perché gli Stati Uniti sono in aperta campagna elettorale, e anche un massacro come quello in Florida è già diventato oggetto di sciacalli o opportunisti del caso pronti a sfruttare l'onda emotiva della tragedia. D'altra parte, però, la spinta emotiva del drammatico avvenimento è stat l'occasione per aprirsi del tutto e confessare quanto mai detto prima. E il caso di Mara Wilson, indimenticata star di "Matilda sei mitica" e figlia di Robin Williams in "Mrs. Doubtfire" che su Twitter ha reso nota la propria biesessualità.

 


"Questa sono io, 10 anni fa, quando entrai per la prima volta in un gay club - scrive la Wilson a commento di una foto postata su Twitter -. Guardarla oggi mi imbarazza". "Non ho mai avuto un'esperienza migliore in un locale dopo quella volta. La musica e le persone erano eccezionali, e uno dei miei amici ha anche trovato l'amore quella sera - continua Mara -. Ero già stata in un locale del genere ma non mi ero sentita a mio agio. Quella volta, invece, nonostante mi sentissi un pesce fuor d'acqua in quanto etero, la comunità lgbt mi ha fatto sentire la benvenuta".
 

"Grazie a loro mi sono sempre sentita a casa - conclude -, specialmente qualche anno dopo, quando ho imparato qualcosa in più su me stessa". Una Bi/Queer, scrive successivamente la Wilson che conclude con un ringraziamento  "a chiunque abbia trovato sostegno nelle mie parole. I support you all, too".

15 giugno 2016
Redazione LoSpettacolo