Gene Simmons: 'I fan hanno ucciso la musica'

Il bassista dei KISS contro i sistemi di streaming musicale

I Kiss sono Gene Simmons, Paul Stanley, Eric Singer e Tommy Thayer - Ufficio Stampa Parole e Dintorni - Valentina Marturano

Gene Simmons, il bassista dei KISS, si unisce a quei colleghi musicisti come i Metallica o Taylor Swift che hanno preso una posizione contro i servizi di streaming musicale, tipo Spotify o analoghi, Affermando che "uccidono la musica".

"Sono d'accordo con Taylor Swift e i Metallica che non si piegano a questo gioco. Io sono ricco e questo discorso non mi riguarda, ma predente una nuova band giovane, per loro è impossibile farcela. Qualcuno deve comprargli la musica, altrimenti va a finire che vivono nella taverna della madre, hanno un altro lavoro e la gente ascolta pure la loro musica gratis. Così non funziona. Le persone che hanno ucciso la musica sono quelli che la amano e la ascoltano. I Radiohead una volta hanno pubblicato un disco ad offerta libera, ma così non va bene, l'hanno fatto solo una volta. La gente deve pagare e bisogna mettere un limite. Una cosa è il commecio, un'altra è la carità."

Simmons ha inoltre dichiarato che non ci sarà un altro album dei Kiss finchè non ci sarà un buon modello finanziario per supportarlo.

22 aprile 2017
Pietro Sala