Fedez: "Chiara Ferragni? Un figlio sì, matrimonio no"

Il rapper al Corriere della Sera: "A 16 anni andai in giro con una pistola nello zaino"

Fedez e Chiara Ferragni - Foto Instagram

Per Fedez, nome d'arte di Federico Leonardo Lucia, la carriera e la vita privata vanno a gonfie vele. Il rapper milanese è fidanzato da diversi mesi con la fashion blogger Chiara Ferragni ma nel futuro non sono in vista le nozze: "No - risponde il cantante in un'intervista al Corriere della Sera -. "E' che non credo nel rito del matrimonio. Due persone possono stare insieme tutta la vita senza sposarsi. Un figlio? Non mi sento di escluderlo, è più verosimile. Penso di aver oltrepassato la linea del divertimento giovanile".
 
Se attualmente la vita di Fedez è tutta rose e fiori, in passato non sono mancati i momenti bui: "Non per la grassezza, era il contesto. Casa mia era al confine tra Buccinasco e Corsico, leggendo un libro su Vallanzasca mi sono accorto che metà dei miei compagni di classe avevano cognomi poco raccomandabili - prosegue -. A quei tempi c'erano mode da seguire e io non le seguivo. Non ero molto socievole. Sono tornato più di una volta a casa senza scarpe. Mi fermavano per strada e mi chiedevano: 'Che numero hai?'. E lì non c'era niente da fare, te le toglievi e gliele davi. Ero alle medie. Comunque non la ricordo come una cosa traumatica, succedeva a tutti".
 
Il rapper ricorda infine l'episodio di quandò andò in giro con una pistola nello zaino: "Erano gli anni delle superiori, tra la terza e la quarta, avevo 16-17 anni. Frequentavo il collettivo Il Muretto, centro del rap milanese, una comunità multietnica con rumeni, albanesi, nigeriani. C'era anche Emis Killa. Alcuni - io no - derubavano i giovani ricchi. Il padre di un mio amico era appena uscito dalla prigione, dopo essersi fatto 30 anni, e veniva in giro con noi. Ogni tanto, siccome temeva di essere fermato, ci dava la sua pistola, per tenergliela. Io nella mia sconsideratezza la mettevo nello zaino - conclude Fedez -. Una roba che oggi mi dico c...one".
27 marzo 2017
Redazione LoSpettacolo