Fabrizio Moro: "Non credo al matrimonio"

Il cantante a Vanity Fair: "Le persone dovrebbero sposarsi da vecchie"

Fabrizio Moro -

Fabrizio Moro, dopo la parentesi al Festival di Sanremo con il brano 'Portami Via', è tornato come insegnante tra i banchi della scuola di Amici. In un'intervista rilasciata a Vanity Fair, il cantante ammette ancora una volta di essere in difficoltà quando deve gestire la sua fama: "La popolarità continua a essere strana per me. Non mi fa sentire bene. Ho mille paranoie, penso sempre di aver cantato male, d'essere stonato. Ma poi vedo che alla gente non gliene frega niente e sono contento. Oggi sono più sereno, la televisione mi ha fatto aprire di più come persona. Non vado in Tv per i soldi, vivrei dignitosamente comunque. È più una questione di mettersi e mandare a quel paese la parte più radicale di te".
 
Nonostante sti vivendo una bellissima storia d'amore con la fidanzata Giada ormai da diverso tempo, Fabrizio non vuol sentire parlare di nozze: "Ho una compagna, Giada, da tanti anni, ma nel matrimonio non credo: le persone dovrebbero sposarsi da vecchie, dopo avere superato tutti gli ostacoli. Tutte le relazioni a un certo punto diventano un compromesso, perché l’amore stesso ti detta dei confini. E io questa cosa non sono mai riuscito a superarla. La mia paura più grande è morire da solo, senza una compagna. Ma nella vita bisogna fare delle scelte, non si può avere tutto".
10 marzo 2017
Redazione LoSpettacolo