Emma Marrone: "Con Stefano eravamo felici, poi è arrivato uno tsunami"

La verità della cantante nell'autobiografia "Dentro tutto è acceso"

Emma Marrone - Foto Instagram

Gli amori passati, i progetti futuri e, ovviamente, la musica al centro di tutto: per capire cosa eeffettivamente bruci dentro Emma Marrone bisognerà aspettare ancora pochissime ore. Fino a martedì 13 settembre, per la precisione, quando nelle librerie sarà finalmente disponibile "Dentro tutto è acceso", la prima autobiografia della voce di "Schiena" scritta a quattro mani con Gabriele Parpiglia. Ad anticiparne i contenuti, però, ci ha pensato il settimanale diretto da Alfonso Signorini "Chi", in edicola con un'intervista alla cantante.

"Ero in quinta elementare - racconta Emma a proposito dei primi amori e del primo 'bacio a stampo' -. Lui si chiamava Andrea. Bello, era un patatone ed è stato il mio primo fidanzatino. Per noi essere fidanzati significava andare in bicicletta insieme, fare i compiti insieme: lui era bravo a disegnare e io lo guardavo mentre creava con la matita. Ricordo che poi quei disegni li regalava a me. Tuttora siamo grandi amici. Il mio primo fidanzato vero, invece, l'ho avuto a 21 anni: lo so, è tardi, ma il primo amore era la musica e non sentivo il bisogno di fidanzarmi. L'ansia della prima volta? Mai avuta".

Quindi le rivelazioni sulla storia con Stefano De Martino: "Io e lui avevamo creato un pezzettino magico nel nostro privato - dice Emma -: eravamo felici così e non avevamo bisogno di nient'altro. All'improvviso uno tsunami ha travolto tutto e tutti, e a quel punto ho temuto davvero che tutti i sacrifici che avevo fatto per la mia musica fossero cancellati da quel maledetto circo mediatico". Per fortuna, però, il gossip non ha intaccato la carriera di Emma.

10 settembre 2016
Redazione LoSpettacolo