Conclusa la causa della figlia di Paul Walker contro Porsche

Meadow Walker e l'azienda automobilistica hanno trovato un accordo.

Vin Diesel e Paul Walker in "Furious 7" -

La figlia diciottenne di Paul Walker e l'azienda automobilista Porsche hanno trovato un accordo per concludere la causa che è stata avviata nel lontano 2015. La somma concordata, tuttavia, non è stata divulgata.

L'attore Paul Walker si è spento all'età di 40 anni in un incidente automobilistico il 30 Novembre 2013 quando la Porsche sulla quale stava viaggiando è esplosa a Santa Clarita, in California. Nell'incidente ha perso la vita anche l'autista Roger Rodas. 

Nella causa contro la Porsche nel 2015 si sosteneva che Walker sarebbe ancora in vita se l'azienda avesse installato degli impianti di sicurezza appropriati. Gli avvocati di Meadow hanno affermato che "nonostante fosse a conoscenza del fatto che la Carrera GT avesse dei problemi di instabilità e di controllo, non hanno installato un sistema elettronico di controllo della stabilità che", sostengono, "è stato disegnato appositamente per proteggere nel caso di movimenti improvvisi con veicoli ipersensitivi di questo tipo." 

Ricordiamo che anche il padre di Walker, Paul Walker III, ha avviato in passato un'altra causa contro l'azienda tedesca. Meadow, figlia dell'ex di Walker Rebecca Soteros, aveva ottenuto ad Aprile 2015 un risarcimento di 10 milioni di dollari dalla famiglia dell'autista Rodas e, secondo il testamento del padre rivelato nel 2014, ha ereditato un patrimonio di 25 milioni di dollari.

27 ottobre 2017
Pietro Sala