Wonder Woman bandito in Libano

La decisione presa perché Gal Gadot è un ex soldato dell'esercito di Israele

Gal Gadot nei panni di Wonder Woman - frame video

Uno dei principali temi afrontati da Wonder Woman è il tentativo di trovare una soluzione alla guerra che sta sconvolgendo il genere umano.

Sorprende quindi che il film sia stato vietato in Libano per via della cittadinanza israeliana di Gal Gadot: dopo che per giorni  il gruppo “Campaign to Boycott Supporters of Israel-Lebanon” aveva fatto pressioni sul governo, il film è stato bandito da tutti i cinema della nazione perché la protagonista è un'ex soldatessa dell'esercito israeliano.

La decisione è stata comunicata tramite Twitter dalla catena di film che aveva in programma di proiettare il film (anche se su solo 15 schermi)

1 giugno 2017
Pietro Sala