Will Smith: "Non ingannerò più i miei fan"

L'attore contro Wild Wild West: "L'ho fatto, ma non ci credevo. Puntavo solo al successo"

Will Smith - movie.photoengine.it

"Quando ho girato Wild Wild West stavo cavalcando l'onda del successo e quindi il mio obiettivo non era più il traguardo artistico, bensì la mera vittoria". Will Smith fa mea culpa e, in occasione di un panel al Festival internazionale della creatività Leoni di Cannes, parla di uno dei suoi "fallimenti" cinematografici: l'action western del 1999 diretto da Barry Sonnenfeld. "In quel periodo mi sono ritrovato a promuovere film perché volevo vincere e non perché ci credevo realmente".

"Volevo vincere e diventare la star più celebre al mondo", aggiunge ancora Smith, che per Wild Wild West si è aggiudicato ben cinque premi Razzie, gli ironici riconoscimenti che gli americani attribuiscono alle peggiori performance della precedente stagione cinematografica. Nonostante le tante critiche, il film ha avuto comunque un discreto successo al botteghino. "E' vero, perché mi considero un commerciante che vende i suoi prodotti in tutto il mondo - conclude il Man in Black -. Adesso però sono cambiato: voglio capire i desideri dei fan, i loro bisogni e non ingannarli a vedere film come Wild Wild West".

26 giugno 2016
Redazione LoSpettacolo