La Weinstein Company cambia nome

Bob Weinstein prende definitivamente le distane dal fratello Harvey

Il logo della Weinstein Company - imagine ufficiale

Cominciano a farsi sentire le conseguenze della denunia di molestie sessuali che diverse dive di Hollywood e non hanno lanciato nei confronti del produttore Harvey Weinstein, che è già stato espulso dall'Accademy e dai Bafta.

Dopo che in molti hanno condannato le pratiche dell'uomo, anche suo fratello Bob e cofondatore della compagnia si unisce al coro, disgustato oltre che dal comportamento del fratello dall'assenza di pentimento che ha percepito con lui quando ci ha parlato.

Sono mortificato e disgustato dalle azioni di mio fratello, e mi sento male per le vittime. Sono loro vicino, davvero.

Ho parlato con lui due volte da quando è uscita questa notizia, sperando di sentire del pentimento da parte sua, e invece niente.

Bob afferma di essere stato a conoscienza delle tresche del fratello, ma che aveva sempre creduto si trattassero di tradimenti consenzienti. Cosa che comunque lo aveva spinto ad allontanarsi da lui già da diverso tempo:

Ho divorziato da mio fratello cinque anni fa. Letteralmente. E chi mi conosce sa che non potevo stargli vicino, non sopportavo i tradimenti, le menzogne e il suo atteggiamento verso chiunque. Dovevo allontanarmi per sopravvivere.

Tutto quello che posso dire è che, come altre vittime, non mi sono fatto valere. E me ne pento più di ogni altra cosa. Vivo con questa consapevolezza. C’è stato un momento di totale codardia da parte mia, e non è facile conviverci, il che non mi assolve per questa codardia.

Sono contento che la gente abbia iniziato a parlarne. Ha reso coraggiose altre persone.

Sul lato meramente professionale, però, Bob Weinstein spiega di voler combattere per tenere in vita l’azienda che lui e il fratello hanno creato e che dà lavoro a più di 180 impiegati:

E' mio fratello che deve pagare per tutto questo, letteralmente, non la compagnia o i nostri impiegati.

Proporremo un nuovo nome, e non ci sarà il nostro cognome in esso, posso promettervelo.

 

16 ottobre 2017
Pietro Sala