Spider Man, Amy Pascal di Sony Pictures rivela dettagli sull'accordo di condivisione del personaggi

Lo sfruttamento da parte di Marvel e Disney potrebbe finire dopo che verrà realizzato un sequel

Spider Man Homecoming - Stopframe Youtube

In seguito al Sony Leak di un paio di anni fa e allo scarso successo di The Amazing Spider Man 2 al botteghino, Marvel, ormai sotto l'ala protettrice della Disney, aveva contattato i dirigenti Sony con una singolare proposta: permettere loro di gestire Spider Man all'interno del MCU mentre Sony avrebbe potuto continuare a sviluppare film con personaggi legati al personaggio ma slegati narrativamente dalle pellicole della Casa delle Idee.
 
Da allora Spider Man, interpretato da Tom Hollande, è apparso in Captain America: Civil War, in Spider Man Homecoming (in uscita a luglio) ed è già impegnato sul set di Avengers: Infinity Wars. Sony, dal canto suo, ha già annunciato da tempo un film animato legato al personaggio e, più recentemente, un film incentrato su Venom, classico avversario del tessiragnatele, e uno su Gatta nera e Silver Sable.
 
Tutti contenti quindi.
 
Non proprio...
 
Amy Pascal, ex-presidente della Sony Pictures e produttrice dei film di Spider Man, ha lasciato intendere come il ritorno a casa di Spidey potrebbe essere unicamente un prestito.
 
Una delle cose splendide di questa esperienza è che raramente major diverse decidono di collaborare allo stesso film. Infatti potrebbe non succedere più dopo che gireremo il sequel.”
 
Sembrerebbe che la Sony e la Pascal vogliano quindi sfruttare la Marvel per rimettere in sesto l'immagine di Spider Man per reintrodurlo, dopo lo sviluppo di un sequel di SpiderMan Homcoming, in un proprio universo narrativo che stanno cominciando a costruire con i vari spin off...
 
30 marzo 2017
Pietro Sala