Rolling Stones, arriva un biopic su "Exile on main street"

Il documentario parlerà della realizzazione dell'album del 1972, avvenuta in Costa Azzurra

I Rolling Stones a Cuba - Stopframe Youtube

I Rolling Stones tornano al cinema e lo fanno con un biopic che racconterà la fase di realizzazione del mitico doppio album "Exile on main street", avvenuta nel 1972, in Costa Azzurra. A dirigere il documentario sarà Andy Goddard, regista televisivo che in passato ha diretto episodi di "Doctor Who" e "Downtown Abbey". Le pellicola, chiamata "Exile on main street: a season in hell with the Rolling Stones", è tratta dall'omonimo libro del 2008 di Robert Greenfield, giornalista di Rolling Stones Usa che nel 1971 intervistò Keith Richards, e i cui diritti sono stati acquistati da Virgin.

Il biopic si concentrerà dunque su un periodo particolare della storia della band, immediatamente successiva all'addio allo storico manager Allan Klein, alla perdita dei diritti di molti brani e in cui gli Stones dovevano soldi al fisco. Ecco dunque l'idea di trasferirsi momentaneamente in Francia, a Villa Nellcote, per registrare il nuovo disco senza pressioni. I casting per il film sono in corso: secondo quanto riportato da Deadline Hollywood sembrerebbe che la produzione sia soprattutto alla ricerca di un attore che possa interpretare in modo convincente Mick Jagger.

14 giugno 2016
Redazione LoSpettacolo