Renée Zellweger, la mitica Bridget Jones compie 50 anni

L'attrice premio Oscar il 25 aprile spegne 50 candeline

Renée Zellweger -

Saranno 50 le candeline che giovedì 25 aprile spegnerà sulla torta Renée Zellweger, una delle attrici più amate di Hollywood. Nonostante l'Oscar vinto, poco più di quindici anni fa, per Ritorno a Cold Mountain (come Miglior Attrice Non Protagonista), è però senza dubbio la goffa e impacciata Bridget Jones il peronaggio da lei interpretato che è più rimasto nel cuore del pubblico.

Nata nel febbraio 1995 su una rubrica del quotidiano britannico The Independent - ideata e curata dall'allora sconosciuta autrice Helen Fielding - la single londinese Bridget Jones è diventata prima protagonista di due best seller (della stessa Fielding) e poi della fortunata serie di film. Il primo, Il Diario di Bridget Jones, è uscito nel 2001 ed è diventato subito un cult. E per la stessa Renée Zellweger, si è trattato del film della consacrazione (nonostante le ottime prove nei suoi primi film, su tutti Jerry Maguire nel 1996 e Betty Love nel 2000): la sua Bridget, dopo aver conquistato i lettori delle rubrica e dei romanzi, grazie alla sua performance attoriale, ha fatto molto di più entrando definitivamente nell'immaginario collettivo. Dopo la strepitosa prova del primo film, che le è valsa una nomination agli Oscar ed ai Golden Globe, sono arrivati i sequel: l'altrettanto brillante Che Pasticcio! Bridget Jones (2004) e il più recente, e un po' meno fortunato, Bridget Jones's Baby (2016). 

Come mai la gente ama così tanto Bridget? La risposta l'ha data la stessa Renée:

"“Bridget è un’eterna ottimista, modesta e sempre capace di trovare il lato ironico nelle avversità. Tenace e determinata, non si abbatte mai, è perfettamente imperfetta, ed è per questo che la gente si identifica in lei”.

Dopo il primo Il Diario di Bridget Jones, Renée Zellweger ha cavalcato l'onda e la notorietà interpretando altri film di spessore, sempre capace di passare da un genere all'altro: dal drammatico White Oleander al celebre musical Chicago (nuova nomination all'Oscar e vittoria di un Golden Globe), dal già citato dramma in costume Ritorno a Cold Mountain a Cinderella Man (diretta da Ron Howard), e alle commedia sentimentali, come Abbasso l'Amore e In Amore Niente Regole. Negli ultimi anni al cinema l'abbiamo vista di meno, ma prossimamente sarà su Netflix nella serie What/If.

24 aprile 2019
Giacomo Aricò