Mel Gibson a Venezia: "Odio le guerre, ma amo i guerrieri"

L'attore e regista sbarca al Festival per il suo "Hacksaw Ridge": "Basta armi, ha ragione Obama"

L'attore e regista Mel Gibson -

Un film sulla guerra, realizzato da chi la guerra la ripudia. Mel Gibson sbarca al Festival di Venezia per presentare il suo "Hacksaw Ridge", la storia del primo obiettore di coscienza Desmond T. Doss, che nel conflitto a Okinawa salvò 75 uomini senza sparare un solo colpo. "Odio le guerre ma bisogna amare i guerrieri e far loro omaggio - sono le parole dell'attore americano, che sull'uso delle armi non ha dubbi -. Sono d'accordo con Obama, servono più controlli. Guerre giuste? Non esistono", conclude il 60enne, al quinto lavoro da regista.

Gibson racconta così le imprese del giovane Doss durante la seconda guerra mondiale: si arruolò a soli 23 anni, convinto che la guerra fosse una scelta giustificata, ma combattè in prima linea senza armi in quanto per credo religioso era contrario ad uccidere. Doss, che è stato il primo obiettore di coscienza a prendere la Medaglia d'Onore del Congresso (la più alta onoreficienza militare americana), è interpretato da Andrew Garfield, nel cast del war movie (fuori concorso alla Mostra) insieme a Teresa Plamer, Vince Vaughn, Hugo Weaving e Luke Bracey.

4 settembre 2016
Redazione LoSpettacolo