Matthew McConaughey: "Trump è il nostro Presidente, rassegnatevi"

L'attore risponde alle critiche dei colleghi nei confronti del nuovo inquilino della Casa Bianca

Matthew McConaughey - Foto www.imagephotoagency.it

Il mondo di Hollywood è quasi tutto schierato contro il nuovo Presidente degli Stati Uniti Donald Trump. Ci sono però voci fuori dal coro come quella di Matthew McConaughey che, in un'intervista rilasciata al programma 'The Andrew Marr Show' di Bbc, rivela: "Rassegnatevi al fatto che ormai il Presidente è lui e c'è poco da fare. Dovrebbero dargli tregua. Anche perché non hanno altra scelta. È il nostro presidente. È molto dinamico, e l'inaugurazione della sua presidenza è stata fonte di una forte divisione come non si vedeva da tempo. Ma, allo stesso tempo, è ora di accettare questo fatto, stringergli la mano e cercare di essere costruttivi insieme a lui nei prossimi quattro anni".
 
Ad alimentare le proteste di numerosissimi personaggi dello showbiz è stato l’ordine esecutivo del blocco di tre mesi sull'immigrazione da sette nazioni. Nonostante questo, l'attore premio Oscar per 'Dallas Buyers Club' non vede di buon occhio le critiche piovute sul neo eletto Presidente da parte dei colleghi: "Anche quelli che sono molto in disaccordo con i suoi principi o dichiarazioni - vedremo cosa farà rispetto a quello che aveva detto - devono pensare a come si possa essere costruttivi. Perché sarà lui il nostro Presidente per i prossimi quattro anni. Almeno".
4 febbraio 2017
Redazione LoSpettacolo