Johnny Depp, il divorzio costa caro: all'asta i suoi Basquiat

L'ormai ex compagna Amber Heard batte cassa: l'attore vende nove opere della sua collezione

Johnny Depp - Foto www.imagephotoagency.it

Continua il momento nero per Johnny Depp. Dopo la separazione con l'ormai ex compagna Amber Heard, che lo ha accusato di violenza con tanto di foto-testimonianze, l'attore americano ha deciso di mettere vendere nove opere della sua collezione privata di Jean-Michel Basquiat. Ad occuparsene sarà la nota casa d'aste Christie's, che a fine giugno batterà gli straordinari lavori del compianto artista newyorkese, anche lui nel triste Club dei 27:  pezzi incredibili come Pork e Self Portrait faranno la gioia di qualche appassionato, che per portarli a casa dovrà sborsare cifre superiori al milione di dollari.

"Niente può prendere il posto del calore e dell'immediatezza della poetica di Basquiat", ha dichiarato in passato Depp. Una collezione messa in piedi in oltre 25 anni, ma che a breve perderà pezzi: colpa del costoso divorzio che il "pirata dei Caraibi" si appresta ad affrontare. Un matrimonio celebrato appena 15 mesi fa, con nessun accordo economico firmato: eppure, secondo i rumors americani, la Heard pretenderebbe un vitalizio di 50mila dollari al mese. Tra l'altro la coppia ha presentato le carte di divorzio in California, dove la legge prevede che si dividano solo le proprietà accumulate durante il periodo dell'unione.

11 giugno 2016
Redazione LoSpettacolo