Festival Mix Milano, a giugno sarà Love Riot

Il 33° Festival tematico di cinema e cultura queer celebra i 50 anni di rivoluzione da Stonewall

Festival MIX Milano -

Dal 20 al 23 giugno, tra il Piccolo Teatro Strehler e il Piccolo Teatro Studio Melato di Milano, si terrà l’edizione numero trentatré del Festival MIX Milano di Cinema Gaylesbico e Queer Culture, la più importante cinematografia e produzione audiovisiva LGBTI internazionale e nazionale che sarà diretta da Andrea Ferrari, Debora Guma e Rafael Maniglia
 
Celebrando i 50 anni da Stonewall
 
Occasione di incontro, scambio, approfondimento e intrattenimento sulla narrazione e rappresentazione della cultura queer e delle pratiche di diversity&inclusion, quest’anni il Festival Mix celebrerà i 50 anni delle Rivolte di Stonewall (28 giugno1969). Per questo motivo i direttori hanno scelto di sottotitolare la manifestazione con un significativo Love Riot! Ecco le loro parole:
 
Siamo stat* punk ma non contava il numero dei piercing perché eravamo già “soggetti eccentrici” come diceva Teresa de Lauretis o “checche rivoluzionarie” come preferiva Mario Mieli. Abbiamo lottato usando come unica arma i nostri corpi, sfilando con orgoglio in strade che diventavano di anno in anno meno ostili mentre nei sottoscala le nostre associazioni creavano ogni giorno cultura e quindi un pezzetto di libertà in più. Oggi a 50 anni da Stonewall, sentiamo la necessità di ribadire l’impegno a non abbassare, e non fare abbassare, l’attenzione per continuare nella costruzione di un mondo che non si fondi sulla sottrazione bensì sulla moltiplicazione di diritti, vite, fantasia, possibilità, sogni per tutti i generi, le etnie e le minoranze, quelle che vediamo oggi e quelle che emergeranno domani”.
 
Il manifesto e i film
 
Il 33° Festival MIX Milano di Cinema Gaylesbico e Queer Culture sarà ulteriormente approfondito nell’ormai tradizionale Manifesto del festival, quest’anno a cura di due icone del movimento LGBTI italiano, entrambe ospiti del festival: Elena Biagini, autrice e storica attivista lesbica e Porpora Marcasciano, Presidente onorario del MIT - Movimento Identità Trans e vice presidente dell’ONIG - Osservatorio Nazionale Identità di Genere. Spazio poi ai film della migliore cinematografia indipendente gay lesbica e queer, con un cartellone di circa 60 titoli suddivisi tra Lungometraggi, Documentari e Cortometraggi. 
 
Shooting The Mafia, un evento speciale
 
Come evento speciale, verrà presentato Shooting the Mafia, film che la regista Kim Longinotto ha dedicato a Letizia Battaglia. Presentata in anteprima assoluta al Sundance Festival e in arrivo in anteprima italiana al Biografilm Festival – International Celebration of Lives 2019, l’opera regala un intenso ritratto privato e professionale della Battaglia, sullo sfondo di un periodo storico segnato dal sangue delle vittime mafiose. Oltre al cinema, ci saranno anche tanti altri eventi collaterali, tra letteratura, teatro e musica.
 
La campagna di Produzioni dal Basso
 
Per contribuire alla realizzazione della kermesse, è stata avviata una campagna di crowdfunding su Produzioni dal Basso e chi sceglierà di sostenere il progetto avrà in serbo sorprese speciali. A fronte di una donazione di 20 euro, per esempio, oltre alla tessera More Love (che permetterà di partecipare gratuitamente a tutte le proiezioni) verrà regalato il fumetto “Stonewall. Cani Sciolti” (Sergio Bonelli Editore) di Gianfranco Manfredi, con disegni di Luca Casalanguida, dedicato alle Rivolte di Stonewall, tema dell’edizione 2019 della manifestazione. Con un contributo di 100 euro, invece, in aggiunta alla tessera si riceverà la favolosa maglietta griffata (in edizione limitata) disegnata da Stefano De Lellis per il  33° Festival MIX Milano.
 
10 maggio 2019
Giacomo Aricò