Fassbender: "Assassin's Creed più stimolante di Star Wars"

L'attore parla del film tratto dalla serie di videogiochi in uscita nel gennaio 2017

Michael Fassbender in "Shame". Foto BiM Distribuzione -

'Star Wars' diventa un metro di paragone per 'Assassin's Creed', il film in uscita in Italia nel gennaio 2017 tratto dalla famosa e amata serie videoludica Ubisoft diretta da Justin Kurzel. "Diciamo che non ha una morale definita come Star Wars, perché qui è più ambigua, senza lato oscuro e della luce", ha dichiarato Michael Fassbender in un'intervista a 'Empire Magazine'.

L'attore, che fa parte in un cast che comprende anche Marion Cotillard, Jeremy Irons, Brendan Gleeson, Michael K. Williams e Charlotte Rampling, ha aggiunto sul paragone con 'Guerre Stellari': "Sia Assassini che Templari si comportano infatti con un certo livello di ipocrisia, per cui la distinzione tra buoni e cattivi non è così netta. Questa cosa credo sia più stimolante per il pubblico, perché lo spingerà a domandarsi 'io da che parte starei?'. È una cosa che è sempre divertente".

Nel film Michael Fassbender veste i panni di Callum Lynch, un condannato a morte la cui esecuzione viene messa in scena dall'Abstergo, multinazionale che sfrutta l'Animus: grazie a questa tecnica, Lynch torna nella Spagna del XV secolo nei panni di Aguilar de Agarorobo, suo avo appartenente allìordine degli Assassini.

27 novembre 2016
Redazione LoSpettacolo