Criminal Minds, licenziato il protagonista che prende a calci lo sceneggiatore

Il diverbio sul set ha per protagonista l’attore Thomas Gibson che lascia dopo undici stagioni

Criminal Minds - Foto dal web

Clamoroso colpo di scena nel cast di Criminal Minds: l’attore Thomas Gibson, che veste i panni di Aaron Hotchner, è stato licenziato dai produttori della famosa serie tv. Ma ancora più incredibile il motivo che ha portato a questa decisione: a seguito di un pesante litigio sul set, Gibson infatti avrebbe preso a calci uno sceneggiatore.

Non si conoscono ancora i dettagli di questa assurda vicenda che, secondo quanto scritto nel comunicato congiunto emesso da ABC Studios e CBS, “verranno annunciati in seguito”. Secondo quanto si apprende, l’attore sarebbe stato inizialmente sospeso, salvo poi essere definitivamente allontanato dai produttori. Gibson lascia dopo undici stagioni della serie che ha prodotto e di cui ha diretto alcuni episodi.

L’attore non è nuovo a questi episodi violenti sul set: alcuni anni fa infatti aveva spintonato un produttore e venne costretto a partecipare a gruppi di terapie sulla gestione della rabbia. “C’è stata una divergenza e siamo arrivati ad una disputa: mi spiace che sia successo”, ha commentato Gibson che ha ringraziato sceneggiatori, produttori, attori, troupe e fan, definendoli “i migliori che una serie possa avere”. 
13 agosto 2016
Redazione LoSpettacolo