Colin Trevorrow abbandona Star Wars IX

Il divorzio con la Lucasfilm causato da divergenze sulla sceneggiatura

Poe, Rey e Finn, i protagonisti della Trilogia Sequel di Star Wars - imagine ufficiale

Sono in molti ad essere rimasti sorpresi stamattina quando, appena svegliati, hanno scoperto che Colin Trevorrow non dirigerà più il capitolo conclusivo della trilogia sequel di Star Wars.

I più maliziosi ritengono che la decisione sia stata presa in seno alla Lucasfilm in seguito alla pessima accoglienza critica di The Book of Henry, ultimo progetto del regista, ma sembra che la causa sia da ricercarsi in divergenze di opinione sulla sceneggiatura. In merito l'Hollywood Reporter scrive:

I problemi di sceneggiatura sono continuati a essere una nota dolente per tutto lo sviluppo dell’Episodio 9, con Trevorrow impegnato, con poco successo, nella realizzazione di molteplici bozze. In agosto, Jack Thorne, autore di Wonder, il prossimo film interpretato da Julia Roberts e Jacob Tremblay, era stato ingaggiato per la riscrittura della sceneggiatura. La relazione professionale fra il capo della Lucasfilm, Kathleen Kennedy, e Colin Trevorrow era diventata impossibile da gestire.

Eccezion fatta per JJ Abrams e (presumibilmente) per Rian Johnson, aembra che la produzione dei nuovi film di Star Wars sia costellata da divergenze creative tra la Lucasfilm nella persona di Kathleen Kennedy e i registi legati ai progetti. Ne sanno qualcosa Garreth Edwards, il cui Rogue One ha subito pesanti opere di reshoting (ma il cui risultato ha soddisfatto sia critica sia pubblico) e Phill Lord e Chris Miller, recentemente licenziati dal film ancora senza titolo con Han Solo da giovane, ma anche Josh Trank, legato ad un altro spin off cancellato dopo l'insuccesso di Fant4stic. Trevorrow va ad aggiungersi alla lita dei filmaker che hanno avuto problemi durante la produzione di Star Wars.

Intanto è partito il totoregista per vedere chi lo rimpiazzerà...

6 settembre 2017
Pietro Sala