Cinema in lutto: addio al regista iraniano Abbas Kiarostami

Nel 1997 vinse la Palma d'oro a Cannes con "Il sapore della ciliegia"

Abbas Kiarostami - Stopframe Youtube

Il cinema è in lutto per la scomparsa di Abbas Kiarostami: il celebre regista iraniano, vincitore nel 1997 della Palma d'oro al festival di Cannes grazie al film "Il sapore della ciliegia", si è spento all'età di 76 anni a Parigi, dove si stava sottoponendo a delle cure ospedaliere per combattere un tumore, come precisa la Bbc. Nel corso della sua lunga carriera Kiarostami, nato a Teheran il 22 giugno 1940, aveva diretto oltre 40 film nei quali spesso raccontava la vita quotidiana del suo Paese. Era restato in Iran anche dopo la rivoluzione islamica del 1979 salvo trasferirsi all'estero nel 2005 a seguito dell'elezione alla presidenza di Mahmoud Ahmadinejad.

Regista ma anche sceneggiatore, fotografo, pittore, scultore e persino designer grafico, Kiarostami raggiunse l'apice della popolarità nel 1997 grazie alla pellicola "Il sapore della ciliegia" che gli valse il trionfo a Cannes. Il film racconta la storia di un uomo che vaga per la periferia di Teheran alla ricerca di qualcuno che lo aiuti a togliersi la vita. L'incontro con un vecchio saggio che lavora al museo di storia naturale lo farà desistere e gli restituirà il piacere per la vita. Al momento di ricevere il premio, Kiarostami fu baciato da Catherine Deneuve e questo episodio lo portò a essere bandito dall'Iran per una settimana.

5 luglio 2016
Redazione LoSpettacolo