Carrie Fisher apparirà in Star Wars IX senza utilizzo della CGI

I parenti dell'attrice hanno acconsentito a usare scene scartate per farla apparire nel film

Carrie Fisher -

Dopo l'improvvisa scomparsa di Carrie Fisher lo scorso Dicembre, in molti si sono domandati cosa sarebbe successo al personaggi odella principessa Leia negli ultimi film della saga. Se i dubbi circa Gli Ultimi Jedi, in uscita questo Natale, sono stati immediatamnte diradati in quanto l'attrice aveva portato a termine tutte le sequenze che la riguardavano, il suo coinvolgimento in Episodio IX, in programma per il 2019, rimaneva più nebbioso.

Qualcuno, dopo gli straordinari risultati di "rieasumazione" di Peter Cushing e "ringiovinamento" della stessa Fisher in Rogue One (lo spin off della saga uscito lo scorso 16 Dicembre), aveva ipotizzato di usare la stessa tecnica per il nono episodio, ma questa opzione è stata immediatamente accantonata dalla stessa Disney.

Oggi arriva la notizia, direttamente dal fratello dell'attrice, Todd Fisher, che sua sorella "prenderà parte" alla realizzazione del film utilizzando sequenza scartate in fase di montaggio degli ultimi due capitoli.

Ci siamo chiesti ‘come è possibile escluderla?’, la risposta è che non lo avrebbero fatto. Lei fa parte di questo mondo e la sua presenza oggi è ancora più potente di quanto non fosse in passato, come Obi Wan – quando la spada lo trafigge diventa più potente. Sento che la stessa cosa sia successa con Carrie. Penso che la sua eredità debba continuare.Io non sono l’unico in questa equazione, ma penso che il pubblico debba averla ancora. Lei è di loro proprietà. Non si scherza con questa eredità. Sarebbe come riscrivere la Bibbia. Per me Star Wars è come il Santo Graal della narrazione e non si può pasticciare con esso.

8 aprile 2017
Pietro Sala