Bob Dylan vince il Premio Nobel 2016 per la Letteratura

Il Comitato a Stoccolma non ha dubbi: “Ha creato una nuova poetica espressiva”

Bob Dylan in "Masked and Anonymous" - movie.photoengine

“Ha creato una nuova poetica espressiva all’interno della grande tradizione canora americana”. Limpida e inappuntabile motivazione con la quale il Comitato di Stoccolma ha assegnato a Bob Dylan il Premio Nobel per la letteratura 2016. Un riconoscimento straordinario per il “menestrello” a statunitense, al secolo Robert Allen Zimmerman: nato il 24 maggio 1941 a Duluth, nel Minnesota, è da cinquant’anni uno dei geni più enigmatici del panorama musicale, un vero punto di riferimento a livello mondiale della cultura popolare.

"Mentre siamo al lavoro sui numeri della stabilità arriva la notizia di Bob Dylan Nobel per la letteratura. La poesia vince sempre”, è il tweet istantaneo del premier Matteo Renzi. In effetti di poesia si parla: Dylan è un artista totale. Scrittore, scultore, pittore, attore, oltre naturalmente a cantautore e compositore, con un Oscar nel 2001 per la miglior canzone originale (“Things Have Changed” di “Wonder Boys”) e un Premio Pulitzer alla carriera nel 2008. Dal 1988 è nella Rock and Roll Hall of Fame: “Bob ha liberato le nostre menti nello stesso modo in cui Elvis ha liberato il nostro corpo”, fu il discorso celebrativo di Bruce Springsteen.

13 ottobre 2016
Redazione LoSpettacolo