Addio a Michael Massee, che sparò per sbaglio a Brandon Lee

Morto a 61 anni l’attore che nel ’93 uccise accidentalmente il figlio di Bruce sul set del Corvo

Michael Massee -

Diventare famoso a causa di un incidente che ti rovina la vita. Il mondo del cinema piange Michael Massee, l’attore che il 31 marzo 1993 sparò con una pistola difettosa sul set de “Il Corvo” e uccise accidentalmente il protagonista Brandon Lee, all’epoca 28enne, figlio del leggendario Bruce. A distanza di oltre 23 anni da quella tragica fatalità che lo fece piombare in una profonda depressione, Massee si arrende ad un tumore al cervello, all’età di 61 anni. “Non credo ci si possa mai riprendere da qualcosa di simile”, aveva dichiarato lui stesso in un’intervista del 2005.

Il primo a diffondere la notizia della morte è stato il collega Anthony Delon con un post su Instagram: “Rip my friend” ha scritto l’attore, che aveva lavorato insieme a Massee in una serie della tv francese, Interventions. Sono tante le partecipazioni nelle serie tv di Michael, che dopo il traumatico incidente tornò a New York e si prese una pausa dalla recitazione: da 24 a X-Files, da Alias a Supernatural, da Dottor House a The Blacklist. L’ultima apparizione al cinema invece risale al 2014, in “The Amazing Spider-Man 2 - Il potere di Electro”, diretto da Marc Webb.

28 ottobre 2016
Redazione LoSpettacolo