Addio Garry Marshall, regista di Pretty Woman che inventò Happy Days

Hollywood in lutto: il cineasta newyorchese è morto a 81 anni

Garry Marshall - Stopframe YouTube

La gloria come regista con "Pretty Woman", il film cult del 1990 con Richard Gere e una giovanissima Julia Roberts protagonisti di una struggente storia d'amore. Prima, però, Garry Marshall si era cimentato come attore e soprattutto come creatore e produttore di serie tv: tra queste, due di enorme successo quali "Happy Days" e "Mork & Mindy" che hanno segnato un'intera generazione . Ieri, all'età di 81 anni, il cineasta newyorchese figlio di immigrati italiani si è spento in seguito a una polmonite contratta dopo un ictus.

Se in carriera Garry non ha mai ricevuto riconoscimenti di alto livello, tutta Hollywood piange uno dei più grandi di sempre capace di fare breccia nel cuore del pubblico con personaggi indimenticabili. Da Fonzie in "Happy Days" a Mork in "Mork & Mindy" interpretato da un giovanissimo Robin Williams, per arrivare a Peppe Gallo, papà del protagonista nel cartoon Disney Chicken Little, al quale aveva donato la voce come doppiatore.

20 luglio 2016
Redazione LoSpettacolo